Ammissione alle prestazioni

 

REQUISITI DI ACCESSO


• REPARTO RESIDENZIALE E CENTRO
DIURNO.
Diagnosi di ritardo mentale anche associato ad altre disabilità psicofisiche o
psicosensoriali.
• REPARTO AMBULATORIALE.
La diagnosi fa riferimento a disturbi del
movimento, del linguaggio o disfunzioni
cognitive dovute a lesioni cerebrali intercorse in epoca pre- peri o post-natale o
a seguito di anomalie cromosomiche,
malattie genetiche e/o metaboliche.

DOCUMENTAZIONE RICHIESTA


Domanda scritta alla Direzione del
Centro (Raccomandata con ricevuta di
ritorno per il Reparto Residenziale e
Centro Diurno) con specificato: il trattamento richiesto, la motivazione ed informazioni precise e dettagliate sulla
situazione socio-familiare della persona interessata.
• Certificato medico con la diagnosi ed
eventuale terapia farmacologica.
• Documentazione clinica pregressa.
• Relazione di altri Centri o Istituti precedentemente frequentati.

 

CRITERI DI AMMISSIONE


• Tipologia del posto disponibile in relazione ai bisogni dell’interessato.
• Situazione socio-familiarie (es. assenza di familiari di riferimento o pluri situazioni di disagio).
• Data di presentazione della domanda.
• Età corrispondente alla tipologia del
trattamento richiesto.
• Rispetto dei criteri di accesso previsti
dalle normative vigenti.
• Fattibilità dell’inserimento e possibilità di
realizzazione dell’intervento riabilitativo.

GESTIONE DELLE DOMANDE


• Registrazione delle domande.
• Comunicazione scritta da parte dell’Assistente Sociale dell’esito dell’analisi dei criteri di ammissione.
• In caso di esito positivo la domanda viene inserita in lista d’attesa altrimenti si
procede all’archiviazione della stessa.
• Osservazione e valutazione della persona finalizzata alla possibilità di realizzazione del Progetto Riabilitativo
Individualizzato.
• Convocazione della famiglia per la
condivisione e sottoscrizione del Progetto Riabilitativo Individualizzato
predisposto.

PRIMA VISITA


• Valutazione clinica e riabilitativa da parte
dell’équipe multidisciplinare della Casa.
• Comunicazione alla famiglia da parte
dell’Assistente Sociale (o del Coordinatore per il Reparto Ambulatoriale)
dell’esito della prima visita.
• Attivazione della procedura di presa
in carico della pers

Torna su